Articoli etichettati“personaggi”

Intervista a Lia Piano in una Planimetria felice

È molto ironica, parla con gli animali e pensa che il Beaubourg di Parigi sia uno zio. Lia Piano, figlia di Renzo, vede il mondo con gli occhi di una bambina che adora il papà. E alla casa felice della sua infanzia dedica il primo romanzo. Davide Burchiellaro per Marie claire di agosto 2019 Foto ©Stefano Goldberg Quando un genovese ti dice: «Eh ma oggi c’è macaia», non sai più che piega prenderà la conversazione. L’afa che trasforma l’umore dei liguri attanaglia anche Lia Piano, 47enne, figlia dell’architetto Renzo, oggi senatore a vita, e direttrice della Fondazione Renzo Piano a Parigi. È al suo debutto con un romanzo, Planimetria di una famiglia felice (Bompiani, in uscita il 28 agosto). Un libro ambientato nella casa della sua infanzia, proprio a Genova.…

Come ci vedono all’estero: il caso Burioni secondo Science. Cioè come diventare famosi dicendo 13 parole in tv

Questo singolare pezzo è apparso ieri su Sciencemag a proposito dello scienziato Roberto Burioni. Lo riportiamo qui, mentre ci stiamo chiedendo perché chi fa divulgazione scientifica seriamente si deve sempre confrontare con la tv o i social network A maggio 2016, Roberto Burioni, virologo dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano fu invitato in un popolare talk show televisivo per fare da contrappeso a due oppositori dei vaccini: un ex DJ, Red Ronnie e un’attrice e personaggio televisivo, Eleonora Brigliadori. Il conduttore ha dedicato gran parte del tempo ai due personaggi dello spettacolo. Poi diede la parola per pochi minuti a Roberto Burioni. Burioni si rese conto di non aver tempo per le solite discussioni su statistiche e metodologia scientifica, quindi ha semplicemente detto: «La Terra è rotonda, la benzina è infiammabile…

Alessandra Ferri, la donna volante e il senso delle cose senza tempo

Intervista Alessandra Ferri su Marie Claire Likes del 15 febbraio 2017 di Davide Burchiellaro Esistono personalità ancorate al pavimento ed esistono personalità che volano con la forza del pensiero, come capita in certi sogni. Alessandra Ferri ha 50 anni ma, come a 19, esprime ancora quella grazia di danzatrice che sembra innaturale. Però non lo è. Lei sa volare e dunque ne concludi che l’unico modo di farle un’intervista sarà svolazzare, goffamente, per starle dietro. Che sarà inutile e impossibile portarla a terra. Per fortuna la missione è indagare sul concetto di timeless, su cose, persone e momenti senza tempo. Il concetto di timeless ha più a che fare con l’arte, con l’anima o con la memoria? No, ha a…

100 domande a Marta Marzotto

Intervista a Marta Marzotto di Davide Burchiellaro da marieclaire.it Non incontri Marta Marzotto, sei accolto da Marta Marzotto: sempre in qualche luogo ameno, luccicante, dorato, gonzaghiano, rosso vivo, profumato di rosa berbera, vellutato, ridondante d’arte e di souvenir che raccontano storie. Il suo ufficio è la camera da letto della nuova casa di Milano nel quadrialtero della moda, dove si alternano ospiti, artisti, cameriere, amici, figli e nipoti. Veri e acquisiti. Ti offre un caffè, biscotti, una mousse di prugne, champagne, accende la tv. Questa non è un’intervista esclusiva. In 84 anni (oggi 85!) la contessa Marta Marzotto ne avrà rilasciate almeno un migliaio. Il fatto è che ha che già risposto anche alle 100 domande. Non a Marie Claire,…

Intervista: 100 domande a Steve McCurry

Steve McCurry: i suoi occhi raccontano il mondo con immagini intense e gentili. Il suo 2015 italiano inizia con un calendario, una mostra (McCurry – Oltre lo sguardo alla Villa Reale di Monza fino al 6 aprile), un calice di Montefalco. E un grido di battaglia: i fotografi non vanno in pensione   1. Ogni quanto guarda il calendario? Raramente. 2. Quindi non segna gli appuntamenti. No. 3. Da piccolo sognava di fare? Il giocatore di baseball. 4. Però è diventato fotografo. Colpa del cinema, volevo fare il regista. Poi ho capito che la fotografia era più spontanea. 5. Che cos’ha in più del cinema? Prevede l’avventura. 6. Qual è stata la foto che l’ha fatta innamorare? Un lavoro, Monsoon, del neozelandese…

Intervista immaginaria con il lupo che è tornato sulle nostre montagne

Dialogo immaginario con Nelson, maschio Alfa protagonista di The Promise, film per salvare i lupi firmato da Gabriele Salvatores e in concorso a Sundance. Oggi in molti si mobilitano per salvare i lupi tra le montagne del nostro Appennino ma anche sulle Alpi. Buongiorno Nelson, posso darle del tu? No. Cominciamo bene… Guardi, io non sono cattivo, sono solo diffidente. È da molti secoli che cerchiamo di farlo capire a voi umani. E poi, scusi, ho la faccia di qualche mio pronipote barboncino? No, capisco, ma potrebbe abbassare le difese, siamo tra amici. Non mi faccia ridere che non sono capace, vorrei vedere lei se avesse un sindaco veronese alle calcagna che ordina di far la pelle a tutta la sua famiglia.…

Luis Figo: prima la passione poi i soldi

courtesy IWC

Luis Figo dice che senza passione il calcio è niente Luis Figo ha un cognome che è una condanna definitiva all’ansia da prestazione. Se è vero che il calciatore è il moderno eroe mitologico e che deve subire l’invidia degli dei, a Figo è toccata una vendetta soft, non paragonabile alla licantropia dell’altro Luis (Suarez). Quarantuno anni, fisico scolpito, sorriso con fossette intatte, scende da una Porsche e stringe mani di mastri orologiai all’hotel Mandarin di Ginevra. È il testimonial di IWC, che gli ha dedicato il Perpetual Calendar. La moglie Helen Svedin, magnifico esemplare di modella nordica, è lì con le 3 figlie, Daniela, Martina e Stella. Figo “prevede” che faranno l’università. Come veggente ci azzecca: imprenditore visionario (suo il social…

Monica Bellucci

Davide Burchiellaro per Marie Claire (5/2014)  ©Hearst Marie Claire Italia 2014 Monica Bellucci: dal film di Kusturica all’ipnosi, fino a un appello al governo per le donne e i loro diritti. Intanto la moda le fa da antiage Inossidabile Monica Bellucci Se a 45 anni non hai ancora ucciso l’adolescente che è in te, l’idea di incontrare Monica Bellucci può procurare picchi di adrenalinica regressione. Non facilita le cose lo staff che cura l’immagine da diva mediterranea per i rossetti di Dolce & Gabbana che ti porta all’appuntamento con i riti solitamente riservati ai giornalisti di Hollywood o ai vaticanisti. La prima anticamera a casa Dolce & Gabbana è basica: un ufficio ordinario con tanti tramezzini buonissimi. La seconda sembra il set…

Eva Herzigova

Eva Herzigova

Parigi, interno notte. Come tutti i maestri, anche Karl Lagerfeldalle 4 inoltrate è nel pieno delle energie creative. E quando arriva la fiaschetta d’acqua, la sua modella, Eva Herzigova , intuisce subito (con terrore) l’idea che ballonzola in testa allo stilista fotografo: una serie di scatti finali molto bagnati. Che l’abbia fatto per tonificarla dopo dieci ore di set estenuante? A lei il dubbio è rimasto, ma davanti al risultato, le immagini del mese di dicembre, si arrende, come sempre, al talento di colui che considera un padrino professionale e spirituale dal 1991.

Paul Burrell

Davide Burchiellaro per Panorama (25/03/2004)  ©Mondadori Editore IL MANUALE DEL VALLETTO DI DIANA. SERVO & PADRONE ECCO LA VERSIONE DI BURRELL Come nascondere il rossetto sulla camicia, le ricevute dei night, gli  escrementi dei cani reali… Mister Paul racconta l’eterno rapporto di odio-amore con i potenti. Famiglio impiccione, servitore infedele, gran seminatore di zizzania. Ma anche detentore di segreti, uomo di copertura, indispensabile simbolo di status e di stile, spesso conteso fra mariti e mogli. Quel che resta del maggiordomo nell’era del pettegolezzo da instant book e dei telefonini è tutto nella testa di Paul Burrell. Guance rosse e pancetta tipica di un inglese a cui piace molto la birra, l’ex valletto di Buckingham Palace ha passato 21 anni a…

Chi è Anna Ammirati

Davide Burchiellaro per Panorama 29/01/1999 ©mondadori  Abbandonato il modello della femmina ipertrofica, il regista erotico Tinto Brass, con Monella, mette in piedi una pruriginosa storia ambientata nella provincia padana e dà sfogo alle smanie da lolita di Anna Ammirati. Giovinetta maliziosa e spavalda sul set come nella vita, l’ attrice gioca in complicità con il regista: si sbaciucchiano sotto i riflettori e raccontano di un improbabile incontro-scontro consumato sul lungotevere della Vittoria a Roma. Lui in macchina lei in bici, una collisione dai risvolti erotici e poi un provino barattato al posto di una denuncia. Storiella data in pasto ai media. Comunque tra fiction e realtà c’è di sicuro l’ intraprendenza della diciannovenne partenopea che ammette: “Io e la Monella abbiamo in…