Articoli etichettati“intervista”

Lapo Elkann, 100 domande

Davide Burchiellaro per Marie Claire (10/2008)  ©Hearst Marie Claire Italia 2008 Bullo a scuola, spavaldo in caserma, ardito sugli spalti, innovatore nella moda. E (troppo) sensibile in amore. Un consiglio, non chiamatelo mai “agnellino”. 1. La prima cosa che fai quando ti svegli? L’elenco delle cose fighe e di quelle noiose a cui mi dedicherò. 2. Il ricordo della tua prima auto? Una mini-Formula 1 come quella di Jean Alesi. Me la regalò il nonno, era un go-kart vestito da Ferrari. Che mi consentì di andare a fare per la prima volta il cretino a Villar Perosa. 3. Il ricordo più bello di tuo nonno Gianni (Agnelli)? Troppi e privati. Su di lui si fanno mostre che ne rispecchiano il…

Diego Della Valle, 100 domande

Davide Burchiellaro per Marie Claire (7/2008)  ©Hearst Marie Claire Italia 2008 100 domande al più internazionale dei provinciali Il primo pensiero al risveglio? Se a casa stanno tutti bene. 54 anni appena compiuti. Quanti se ne sente addosso? Non più di 26. Il più bel ricordo da bambino? Mio padre che viene a prendermi in stazione al ritorno dal Collegio Pascoli di Bologna. Il ricordo più bello da nonno? Mia nipote Maria Giorgia che mi sorride mentre fa colazione. Dov’era nel ’68 e che sigarette fumava? Non fumavo, ero a Bologna, probabilmente al bar. Da Zanarini. Molti miei amici non si sono mossi da quei tavolini. Chi erano i suoi eroi di allora? Mio padre e John Fitzgerald Kennedy Il…

Paul Burrell

Davide Burchiellaro per Panorama (25/03/2004)  ©Mondadori Editore IL MANUALE DEL VALLETTO DI DIANA. SERVO & PADRONE ECCO LA VERSIONE DI BURRELL Come nascondere il rossetto sulla camicia, le ricevute dei night, gli  escrementi dei cani reali… Mister Paul racconta l’eterno rapporto di odio-amore con i potenti. Famiglio impiccione, servitore infedele, gran seminatore di zizzania. Ma anche detentore di segreti, uomo di copertura, indispensabile simbolo di status e di stile, spesso conteso fra mariti e mogli. Quel che resta del maggiordomo nell’era del pettegolezzo da instant book e dei telefonini è tutto nella testa di Paul Burrell. Guance rosse e pancetta tipica di un inglese a cui piace molto la birra, l’ex valletto di Buckingham Palace ha passato 21 anni a…

Paul Cayard

Davide Burchiellaro per Panorama (06/07/2000)  ©Mondadori Editore SKIPPER AL BIVIO I NUOVI PROGETTI DI CAYARD PAUL NEI MARI DEL MARKETING E’ il velista più carismatico. E ora vuole sfondare nello sport business, con i miliardi della new economy. Testo: Alzi la mano chi, almeno una volta durante le ultime febbricitanti notti di Luna Rossa, non ha pronunciato la fatidica frase: “Se al timone avessimo Paul Cayard…”. Perché con tutto il rispetto per l’ algido soldatino bertelliano Francesco De Angelis e per il roccioso kiwi Russell Coutts, la figura di skipper più viva nell’ immaginario popolare italiano rimane quella del volpino coi baffi e la voce nasale: Paul-Pierre Cayard. A dimostrazione, gli stuoli di fan di ogni età che all’ ultima…