Articoli etichettati“fashion”

Livia Firth sulla tragedia di Rana Plaza

Livia Firth a un anno di distanza dalla tragedia del Rana Plaza Quando la defnizione schiavi dello shopping perde il suo significato ironico, arriva la signora FIRTH. A un anno dalla tragedia di Rana Plaza e a pochi giorni dal primo FASHION DAY contro la moda usa e getta, la pasionaria del green annuncia nuove battaglie. Contro i furbetti dell’eco-marketing Nel settembre del 1969, proprio mentre Livia Firth veniva al mondo, Paul Simon stava incidendo The Boxer. Una ballata simbolo della discesa tra gli umili ma anche di un pugile incapace di mollare il colpo. Uno che ha preso tante scoppole. «But the fighter still remains»: lui è ancora lì, in piedi. È vero, il paragone è iperbolico e le coincidenze pretestuose. Eppure ogni volta che incontri Livia Firth hai davanti una gran combattente. Ci hanno provato…

Cuissards, QI-sardes o Cuiss-hard?

Davide Burchiellaro per Marie Claire (12/2009)  ©Hearst Marie Claire Italia 2009 Cuissardes o Cuiss-hard? Ci sono domande femminili alle quali gli uomini rispondono invariabilmente «no» anche se vorrebbero rispondere «sì» o «sì, un po’» o «sì, ma va benissimo così». Quella più comune, probabilmente, è: « Sembro una puttana?», pronunciata sulla soglia di qualche camerino di prova di un negozio o a casa, dopo acquisti d’impulso, magari un po’ azzardati o ipersexy o inadatti a certi fisici. Sottili dubbi di gusto su accessori di dubbio gusto ma anche interrogativi legittimi da quando gli uffici stile delle case di moda o di lingerie (aiutati da campagne pubblicitarie un po’ hard) hanno fatto sbiadire la netta linea di demarcazione tra un certo…