Sfogliaarte

Instagram theraphy: i veri landscaper sono quelli che hanno fatto Brera

Un quadro paesaggio di pittrice Piera Goldstein Bolocan

Abbiamo gli occhi che traboccano di #landscape e seguiamo migliaia di landscaper. Ma l’essenza del paesaggio non è su Instagram Ci sentiamo landscaper di Instagram davanti a un cielo gonfio. Talmente gonfio che finiamo per mettere #skyporn tra gli hashtag nelle nostre foto su Instagram. I paesaggi non li guardiamo più, li fotografiamo soltanto. Gli occhi non li usiamo più, deleghiamo la loro ricerca di bellezza e di colore al telefono e alla sua potente fotocamera, a una rètina artificiale, che ha la sfrontatezza di chiamarsi Rètina, come quella vera. Lui, sempre lui, il telefono, trasforma i panorami in megapixel e poi abbiamo centinaia di app con cui modifichiamo i megapixel e li facciamo sembrare pennellate cézannesche. A ricordarci che cosa…

Mantova è davvero al top della qualità della vita?

L’indagine sulla qualità della vita in Italia elegge Mantova. È qui che si vive meglio. Dopo il grande riconoscimento e l’anno di grazia come capitale della cultura italiana del 2016, Mantova stravince: un tesoro per i turisti e la promessa di una vita serena perfetta per famiglie modello. Mantova. E Trento? Per 5 anni Trento ha vinto l’ambito titolo di città che garantisce la qualità di vita. Ora Mantova guida la classifica vincendo in sei ambiti su nove: Eccelle in affari e lavoro, ambiente, servizi finanziari e scolastici e tenore di vita. Un basso tasso di criminalità e disagio sociale completa il quadretto Lo studio – di ItaliaOggi e dell’Università la Sapienza – analizza le 110 province italiane. Da 18 anni questa classifica determina vincitori e vinti tra le città.…

Blue & Joy

Davide Burchiellaro per Marie Claire (11/2008)  ©Hearst Marie Claire Italia 2008 BLUE&JOY Artisti pop, ex pubblicitari,  nuovi interpreti dell’umore sociale Berlino, esterno sera. Sono scoraggianti perfino all’happy hour. Ti trascinano all’ Erdbeer in Rosa Luxenburg platz, cocktaileria decadente all’ombra del Libero Teatro Popolare Volksbühne e ti consigliano caldamente un daiquiri alla fragola. Ma quando sei davanti alla pinta di ghiaccio frullato rosa, fanno la faccia contrita. «Guarda che fa malissimo», dice uno. «Sì, al secondo finisci all’ospedale o stai in bagno tutta la notte», incalza l’altro. «A volte ne basta uno solo», chiosa il primo. Per capire l’arte di Fabio La Fauci (milanese) e Daniele Sigalot (romano), alias Blue&Joy , basta un aperitivo. Meglio se consumato sul finire di un…