SfogliaCostume

Paul Cayard

Davide Burchiellaro per Panorama (06/07/2000)  ©Mondadori Editore SKIPPER AL BIVIO I NUOVI PROGETTI DI CAYARD PAUL NEI MARI DEL MARKETING E’ il velista più carismatico. E ora vuole sfondare nello sport business, con i miliardi della new economy. Testo: Alzi la mano chi, almeno una volta durante le ultime febbricitanti notti di Luna Rossa, non ha pronunciato la fatidica frase: “Se al timone avessimo Paul Cayard…”. Perché con tutto il rispetto per l’ algido soldatino bertelliano Francesco De Angelis e per il roccioso kiwi Russell Coutts, la figura di skipper più viva nell’ immaginario popolare italiano rimane quella del volpino coi baffi e la voce nasale: Paul-Pierre Cayard. A dimostrazione, gli stuoli di fan di ogni età che all’ ultima…

Vela: con Luna Rossa a Auckland

Davide Burchiellaro per  Panorama del 11 novembre 1999 ©A.Mondadori editore LUNA ROSSA MOLLA LA RANDA CHE ANDIAMO AL PUB Sommario: Partite di golf, serate in birreria, ma anche la scuola d’ inglese per i bambini e lo shopping ad Auckland. Scene di vita quotidiana della squadra che ha risvegliato la regata-mania. «Se pòl Cayard, podémo anca noialtri»: ora che l’ equipaggio del Luna Rossa ha concluso imbattuto il primo round eliminatorio delle regate di Auckland, lo slogan coniato in stretto triestino dal lupo di mare Vasco Vascotto comincia a suonare ben augurante. E alla base del team Prada, al 163 di Halsey street, un piccolo italico popolo di capitani coraggiosi, bambini e penelopi gioisce e spera che l’ avventura cominciata nel…

COME ERAVAMO (PRIMA DI DIVENTARE STAR)

Lenny Kravitz ieri e oggi

Lenny Kravitz ieri e oggi Davide Burchiellaro per Tuttomusica (09/1999)  ©Mondadori Editore I brufoli, la scuola, i genitori, il sesso… Vi sentite dei magnifici, perfetti sfigati? Non c’ è problema. Provate a leggere cosa è capitato a qualcuno dei vostri idoli e vi riprenderete… Se non vi basta, voltate pagina e capirete che poteva andare peggio Sulla fronte, i foruncoli che esplodono come vulcani. La compagna di classe che ti fa sognare con le sue minigonne ma che non ti degna di uno sguardo. I tragici incontri ravvicinati con le equazioni di secondo grado. E poi, il canestro del campo di basket che ti fa sentire un nanerottolo rispetto agli amici, i capelli sempre troppo lunghi o troppo corti, il…

Platinette: biografia minima (ferma a una decina di anni fa) e intervista

Platinette: un’intervista e una mini biografia. È un pericoloso incrocio tra la Sora Lella e Courtney Love. Che alla radio difende le casalinghe grasse e sbanca l’ audience. Ecco una sua breve biografia e un’intervista compilata agli esordi, quando ancora non era quello che è adesso ma si limitava al ruolo, peraltro inedito in Italia, di radiovendicatrice. DAL SALUMIFICIO A PICCADILLY CIRCUS 1 Origini di Platinette nasce negli anni 60 tra Langhirano e Felino da una famiglia di salumieri. 2 Viaggi studio. Maggiorenne, venduta l’ ultima partita di culatello, va a Londra a lezione di libertà sessuale. Poi approda a Bologna, in piena contestazione, dove studia al Dams. Arti e mestieri. Lavora a Radio Alice, canta in gruppi come Giuliano e i notturni, Gli Scorfani…

Il fascino del design anni Cinquanta

Davide Burchiellaro per Panorama (18/02/1999)  ©Mondadori Il giovane ingegnere, diventato ricco grazie a Internet, prenota una nuova T-Bird giallo pastello rielaborata dalla Ford sul vecchio modello degli anni 50. A bordo della quale sogna di sfrecciare sul lungomare di Forte dei Marmi. Il trentenne architetto italiano di stanza a New York pianifica il viaggio di nozze a Sorrento nelle suite del Parco dei Principi con un unico scopo: “Rivivere le atmosfere degli anni 50”. Luciana, trentaseienne single, libraia e patita di Jack Kerouac, da qualche mese ha installato in cucina un ventilatore sul modello del Westinghouse del ‘ 50 e un frigorifero Bosch della nuova Classic Edition, simile a quello che avevano i genitori. E mentre Loretta e Mario, matura coppia…

Piaceri di fine millennio

Davide Burchiellaro per Panorama ©mondadori 1998 L’ intellettuale creativo partirà per un lungo viaggio catartico tra i monaci buddisti alla ricerca di nuove ispirazioni. Il manager sopravvissuto alle borse ballerine si preparerà al millennium bug, il virus informatico che esploderà nel 2000, munendosi di computer sofisticato collegato agli elettrodomestici. Il rampollo di buone speranze, in vista dei party goderecci del nuovo anno, andrà alla ricerca delle stoffe più pregiate per gli abiti su misura e seguirà corsi da sommelier e fumatore di sigaro. Mentre sullo sfondo riecheggiano le profezie delle neocassandre che mettono in guardia sulle tragedie dell’era che sta arrivando. Perchè se i millenaristi dell’ ultima ora e di varia formazione, da quelli tecnologici a quelli evangelici fino ai mammasantissima…

Stefania Rocca è Viol@

Davide Burchiellaro per Panorama ©Mondadori 10/09/1998 Le schermate azzurre di Internet illuminano la pelle diafana e il corpo nudo di Stefania Rocca, in Viol@, ultimo film della giovane regista Donatella Majorca in concorso a Venezia. Una storia di torbido erotismo che esplora le potenzialità comunicative della Grande Ragnatela, svelando però anche gli aspetti più rischiosi e isolanti dell’ attaccamento alla tastiera. La scelta della protagonista di questo cyberthriller non poteva che cadere sulla Rocca, già testata come donna bionica in Nirvana da Gabriele Salvatores. Fascino sottile, lineamenti leggermente androgini e sex appeal raffinato, la venticinquenne attrice cuneese ha messo molto di sé nella parte di Viola. “Ho una propensione a chiudermi in solitudine, una solitudine non depressiva, ma riflessiva che…

Modernariato, il fattore nostalgia

Davide Burchiellaro per  Panorama del 7 maggio 1998 ©A.Mondadori editore Una volta erano radio e juke-box. Ora tocca  ai paleotelefonini e ai  primi computer. La caccia al gadget della nostra piccola storia quotidiana è aperta. All’ improvviso tutti sembrano attratti dalla storia appena trascorsa, come se volessero ricostruirne i dettagli Le forme più innovative rimangono ancora quelle degli anni Sessanta. Oggi non c’ è quasi nulla di nuovo Avete presente le Clarks supersdrucite? Sono le più ricercate dai veri fanatici.   C’ è un momento in cui il collezionista dimentica ogni rimorso e si convince che quei 150 milioni sono stati spesi bene. E’ quando il braccio meccanico del juke-boxe Wurlitzer anni 50 sistema il disco sotto la puntina. Le note…

Luther Blissett 1995, tutto accadde tra Bologna e Ferrara

Davide Burchiellaro e Marco Gregoretti per Panorama (12/01/1995)  ©Mondadori Editore   La Seattle italiana I RAGAZZI DELLO ZOO DI BOLOGNA. Rockettari autistici, cialtronisti autocostruttori, psicogeografi, surrazionalisti: sotto le due torri cresce la No Generation Era un bomber in Inghilterra. Poi, quando alla fine degli anni ’70 approdò al Milan, diventò famoso per i gol mancati. Ma a rivalutare Luther Blissett, ex-centravanti di colore, ci pensa adesso la Seattle italiana. Nelle osterie, nel cyberspazio, sulla rete Internet, nei centri sociali di Bologna il popolo giovanile si chiama, in gruppo e singolarmente, con un solo nome: Luther Blissett. Uno pseudonimo collettivo usato per indicare una sorta di lobby sotterranea internazionale che collega Bologna con Londra, Francoforte e San Francisco. Sono Luther Blissett…