SfogliaCinema

Monica Bellucci

Davide Burchiellaro per Marie Claire (5/2014)  ©Hearst Marie Claire Italia 2014 Monica Bellucci: dal film di Kusturica all’ipnosi, fino a un appello al governo per le donne e i loro diritti. Intanto la moda le fa da antiage Inossidabile Monica Bellucci Se a 45 anni non hai ancora ucciso l’adolescente che è in te, l’idea di incontrare Monica Bellucci può procurare picchi di adrenalinica regressione. Non facilita le cose lo staff che cura l’immagine da diva mediterranea per i rossetti di Dolce & Gabbana che ti porta all’appuntamento con i riti solitamente riservati ai giornalisti di Hollywood o ai vaticanisti. La prima anticamera a casa Dolce & Gabbana è basica: un ufficio ordinario con tanti tramezzini buonissimi. La seconda sembra il set…

Colin Firth

Davide Burchiellaro per Marie Claire (11/2011)  ©Hearst Marie Claire Italia 2011 Un caffè con Colin Firth Un’ora prima di intervistare il premio Oscar Colin Firth mi metto nei suoi panni: la moglie Livia, nel farmi accomodare in piscina, dove giustamente si svolgono le attività principali della famiglia Firth in vacanza, mi porge tre costumi e tre t-shirt dal guardaroba del marito. Pochi minuti dopo sono su un matelas con boxer da bagno rossi che mi fanno molto rapper stagionato. La vista è su una valle umbra perfetta come quella stampata sui surgelati. Sullo sfondo, Città della Pieve. L’attore sbuca da un cespuglio di acacia in t-shirt e All Star ai piedi. Qualcuno chiede: «Caffè?». Caffè. Ottimo per cominciare: lui è…

Kasia Smutniak

Kasia Smutniak

Davide Burchiellaro per Marie Claire (2009)  ©Hearst Marie Claire Italia 2009 Kasia, diva raggiungibile Dice che negli ultimi tempi ha pianto e urlato troppo. Che sente il bisogno di un ruolo stile Cameron Diaz in Tutti pazzi per Mary o Michelle Monaghan in Lo spaccacuori. Di una commedia, light, sexy e intelligente, «di quelle che il cinema italiano non riesce a fare, ossessionato com’è dal dramma interiore». Kasia Smutniak, 30 anni compiuti il 13 agosto, ha premuto il tasto “pause” della sua (ancora) breve ma intensa carriera cinematografica per un insopprimibile bisogno di quotidianità femmina e casalinga: portare Sophie (4 anni) all’asilo, cucinare gulasch e sedersi suldivano a leggere, piacevolmente importunata dalle esigenze di compagno, figlia e 19 animali («cinque cani, tre gatti, 10 cavalli e un asino»), membri effettivi e…

Elio Fiorucci e Hugh Hefner

Davide Burchiellaro per Panorama (24/05/2001)  ©Mondadori Editore GURU LIBERTINI: ELIO FIORUCCI E IL RE DI “PLAYBOY” TRA EROS E BUSINESS Libertà sessuale, Viagra, cybersex, bambole al silicone… Due rivoluzionari del costume fanno il punto sulla loro eterna giovinezza. Senza troppe inibizioni. Uno veste le donne come sexy Barbie, l’ altro si diverte a spogliarle. Uno è single e devoto a San Faustino, protettore delle anime sole, l’ altro vive con Tina, Jennifer, Virginie, Michelle, Stephanie, Adeline e Tiffany, sette fidanzate biondo California che all’ uopo spupazza dentro una vasca idromassaggio a forma di grotta preistorica. Uno ha 65 anni e vanta una virilità ancora perfetta, l’ altro ne ha 75 e viaggia con il blister da 8 cp di Viagra…

Chi è Anna Ammirati

Davide Burchiellaro per Panorama 29/01/1999 ©mondadori  Abbandonato il modello della femmina ipertrofica, il regista erotico Tinto Brass, con Monella, mette in piedi una pruriginosa storia ambientata nella provincia padana e dà sfogo alle smanie da lolita di Anna Ammirati. Giovinetta maliziosa e spavalda sul set come nella vita, l’ attrice gioca in complicità con il regista: si sbaciucchiano sotto i riflettori e raccontano di un improbabile incontro-scontro consumato sul lungotevere della Vittoria a Roma. Lui in macchina lei in bici, una collisione dai risvolti erotici e poi un provino barattato al posto di una denuncia. Storiella data in pasto ai media. Comunque tra fiction e realtà c’è di sicuro l’ intraprendenza della diciannovenne partenopea che ammette: “Io e la Monella abbiamo in…

Stefania Rocca è Viol@

Davide Burchiellaro per Panorama ©Mondadori 10/09/1998 Le schermate azzurre di Internet illuminano la pelle diafana e il corpo nudo di Stefania Rocca, in Viol@, ultimo film della giovane regista Donatella Majorca in concorso a Venezia. Una storia di torbido erotismo che esplora le potenzialità comunicative della Grande Ragnatela, svelando però anche gli aspetti più rischiosi e isolanti dell’ attaccamento alla tastiera. La scelta della protagonista di questo cyberthriller non poteva che cadere sulla Rocca, già testata come donna bionica in Nirvana da Gabriele Salvatores. Fascino sottile, lineamenti leggermente androgini e sex appeal raffinato, la venticinquenne attrice cuneese ha messo molto di sé nella parte di Viola. “Ho una propensione a chiudermi in solitudine, una solitudine non depressiva, ma riflessiva che…